Yoga Prana Vinyasa Flow

PRANA

È una forma di energia sottile che permea, organizza l’universo e la vita, la materia organica e inorganica. È un’intelligenza dal potere organizzativo, che gestisce tutti i movimenti della vita e dei suoi esseri.

Troviamo riferimenti al Prana nella filosofia Tantrica e non solo; lo troviamo nella tradizione cinese come chi, e in quella giapponese come ki.

Prana indica il soffio vitale che pervade corpo e anima, che scorre nel nostro intero sistema attraverso le Nadi, i canali del corpo sottile.

Si dice che il Prana sia il più importante dei nostri sensi, è la forza vitale, è ciò che da origine ad ogni movimento della vita.

Nella nostra pratica il Prana è la Guida.

VINYASA

Vi- modalità speciale
Nyasa- posizionare

Vinyasa è il collegamento del movimento del corpo con il respiro, è una forma di Yoga dinamico che connette ogni postura in un flusso continuo di movimento.

All’origine di questo stile c’è Krishnamacharya, famoso Maestro Yoga degli inizi del ‘900, a cui si deve la rivisitazione dell’Hatha Yoga classico.

Il Vinyasa è uno stile energico, che in breve tempo aiuta lo studente ad aumentare la capacità polmonare, a sviluppare flessibilità, equilibrio e forza.

FLOW

Indica il flusso continuo dei movimenti nel Vinyasa.

PRANA VINYASA FLOW

Prana Vinyasa Flow è un sistema di sintesi, creato dalla Maestra californiana Shiva Rea. Prende ispirazione dagli insegnamenti del noto Maestro Krisnamacharya, dall’Asthanga Yoga, dall’Iyengar Yoga, dalle danze classiche indiane e dall’antica arte marziale del Kalaripatthu.

Si basa inoltre sull’ascolto dei bisogni degli studenti, in accordo con la stagione in cui si pratica, e su uno studio approfondito degli elementi Terra, Acqua, Fuoco, Aria, Etere, all’interno delle sequenze praticate durante la classe.

In questo stile si fondono arte, musica, poesia, rendendo le sequenze a tratti coreografiche.Prana Vinyasa è un creativo, energetico, completo approccio che ci aiuta ad incarnare il flow dello Yoga.

Basato sui movimenti del Prana, dei quali si parla nei primi Veda, nella filosofia Trantrica, nei primi testi di Hatha Yoga e Ayurveda.

L’intenzione nell’evoluzione del Prana Vinyasa Flow, è quella di offrire un percorso e un metodo per incarnare il flusso del Prana attraverso il Vinyasa, come un percorso per risvegliare la nostra intelligenza interiore, in connessione con la grande sorgente.

Nel Prana Vinyasa questa è la nostra devozione, il nostro focus, il nostro fiume, maree e correnti che ci attraggono nell’esperienza dell’incarnare il flow.

Come noi arriviamo a incarnare questi movimenti del Prana, sperimenteremo il Prana Flow.

Il respiro come Prana.

Con la filosofia Tantrica, il nostro respiro, la grande pulsazione, è il flusso della consapevolezza che noi incarniamo.

La pulsazione della vita si riferisce spesso allo Spanda Shakti, o sottile consapevolezza pulsante che porta nel movimento il respiro in espansione e contrazione, gesti, sensi, pensieri, azioni.

Con lo Yoga, il nostro respiro è l’essenza del Vinyasa, il fiume del flusso che irriga il nostro corpo e genera l’energia della pratica. Il respiro è vita, ed è il nostro grande insegnante, guida e guaritore.

Nel Vinyasa, il respiro apre la strada sia attraverso la respirazione naturale, sia attraverso tecniche come la respirazione Ujjayi (il respiro vittorioso), che servono a connetterci più pienamente con il flusso del respiro.

Krishnamacharya insegna il respiro con questa consapevolezza:

 

Quando tu inspiri, Dio si muove verso di te.
Quando pratichi la pausa tu sei abbracciato da Dio.
Quando espiri tu ti muovi verso Dio

 

 

I seminari, le classi e i workshop sono tenuti da Padme Chiara Stancanelli

professionista disciplinati ai sensi della Legge 4/2013

padme@lacittadellaluce.org

+39.346.7581137
 

 

 

Informazioni su Costi e Prenotazioni

 

Prossime date in programma:

Richiedi Informazioni

 

Contatti

roma@reiki.it

 

Segreteria Roma
+39.06.5817345
Segreteria Ripe
+39.071.7959090

 

 

Seguici su Facebook

 

Newsletters